OOD. Mini shopper Febe in frassino, realizzata con Ligneah™ materiale ecosostenibile e 100% cruelty-free.

UN PO’ DI STORIA…

È l’accessorio più amato dalle donne, inventato dagli uomini. Le prime borse risalgono, infatti, all’epoca preistorica, quando gli uomini primitivi svilupparono un sistema per accartocciare le pelli animali con lo scopo pratico di utilizzarle come rudimentali bisacce per trasportare armi e utensili.

In epoca medievale nascono i modelli che utilizziamo ancora oggi: la “zona”, un precursore del marsupio; la “crumena”, simile all’odierna tracolla; e la “manticula”, prototipo della moderna pochette.

Con il Rinascimento le borse vengono elevate al rango di accessori alla moda, diventando sempre più elaborate e ricercate. I tessuti, come la pelle, il velluto i broccati e le sete, sono sempre più raffinati e le decorazioni, con gemme e nastri di raso, si fanno più preziosi.

Tra l’Ottocento e il Novecento, con la nascita della borghesia, la borsa diventa il simbolo della donna che lavora e i modelli, ormai indispensabili nel guardaroba di ogni signora, si fanno via via più capienti e funzionali.

Il Tassen Museum di Amsterdam, interamente dedicato alla borsa e alla sua storia, raccoglie una collezione molto vasta di modelli, che spaziano dal 1300 all’epoca contemporanea. Si tratta della più grande esposizione al mondo specializzata su questo tipo di accessorio e offre una panoramica esaustiva su stili, modelli e materiali di epoche diverse.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: